<

Cheong Fatt Tze Mansion

Costruita negli anni '80 del XIX secolo, questa casa cinese di Georgetown con il cortile e di colore blu scuro, era la residenza di Cheong Fatt Tze, un personaggio cinese di spicco recentemente stabilitosi nell'insediamento dello stretto di Penang durante il XIX secolo. L'edificio fu costruito da mastri artigiani portati appositamente dalla Cina, che usarono le proprie capacità per abbellire l'edificio con 38 camere, 5 cortili dal pavimento di granito, 7 scalinate e 220 finestre.

Salvata dai pericoli dell'espansione edilizia degli anni '90 da un piccolo gruppo di persone sostenitore del patrimonio guidato da Laurence Loh, il palazzo Cheong Fatt Tze possiede splendidi intagli cinesi sul legno, finestre con persiane gotiche, pareti di mattoni rosso scuro e mosaici decorativi di porcellana, pannelli di vetro colorato in stile art nouveau, piastrelle Stoke on Trent e opere in ferro battuto in stile scozzese. La pianta del palazzo segue in principi del feng-shui e l'arredamento include una rara collezione di sculture, intagli, arazzi e altre antichità.

Nel 2000, il palazzo Cheong Fatt Tze è stato premiato dall'Unesco con il Premio per la conservazione del patrimonio nell'Asia-Pacifico, ed è stato scelto come il "Progetto più eccellente" nell'Asia Pacific Rim a seguito dei lavori di restauro portati a termine per 7,6 milioni di RM.
Guarda la mappa